Connect with us

Fuori dal campo

I sauditi vogliono creare la NBA del cricket

Published

on

A cura di Cesare Tamborini

Se per ciclismo, rugby e tennis si parla di investimenti di centinaia di milioni di euro, per il cricket dobbiamo alzare, ancor di più, l’asticella. È sì perché, per creare quello che si è messa in testa, l’Arabia Saudita aprirà ancor di più il proprio sterminato portafoglio.

Stiamo parlando di miliardi di dollari da immettere in quello che è, con due miliardi e mezzo di appassionati, il secondo sport al mondo con più tifosi: il cricket. D’altronde, basti pensare ad un paese come l’India (quasi 1 miliardo e mezzo di abitanti) dove il cricket è una sorta di religione. Ma non solo perché vi dobbiamo aggiungere anche Pakistan, Sri Lanka, Bangladesh oltre alla Gran Bretagna e gli altri stati del Commonwealth.

Arabia Saudita investire nel cricket

La prima stagione dell’Indian Premier League è datata 2008. Foto: Facebook account IPL – Indian Premier League

Modello NBA

I sauditi, sfruttando l’essere a metà strada tra la Gran Bretagna e le ex colonie inglesi e le fantastiche infrastrutture sportive che stanno costruendo, vogliono creare una sorta di super lega del cricket a livello mondiale. La proposta è stata messa, nero su bianco, dalla locale federazione del cricket (che ha già 149 società affiliate) puntando ad un sistema in stile NBA, ovvero con la presenza di franchigie. Per arrivare a questo, l’Arabia Saudita ha già intrapreso dei colloqui con l’Indian Premier League che è nient’altro che il campionato di cricket più importante del mondo. Ma perché serve un accordo con gli indiani? Semplice, poiché lì giocano alcuni dei migliori giocatori del pianeta ai quali, e qui sta la grande novità, in futuro potrebbe essere concesso giocare anche in altri circuiti. Altri circuiti che significherebbe la super lega saudita, ovviamente.

Emblematiche, a tal riguardo, risultano essere le parole del Presidente della Federazione Internazionale, Greg Barclay, il quale ha definito il progetto saudita come “Potenzialmente il torneo (di cricket n.d.r.) più lucrativo del mondo”.

5 miliardi

Ma c’è di più perché la società SRJ Sport Investments, in parole povere un’emanazione del fondo sovrano PIF, si starebbe occupando anche di investire direttamente nella sopra citata Indian Premier League di cricket. L’operazione, di altissima finanza, prevederebbe l’acquisto da parte saudita di una quota del campionato indiano pari a 5 miliardi di dollari. Dicevamo alta finanza perché la Indian Premier League verrebbe trasferita in una holding del valore di 30 miliardi di dollari. Avvenuto ciò i sauditi diventerebbero proprietari di una quota pari appunto ai 5 miliardi sopra citati. A fronte di tutto questo l’Arabia Saudita metterebbe in campo il suo know-how per espandere la lega indiana in altri paesi.

Della questione, vista l’importanza non solo economica che riveste, se ne starebbero occupando direttamente consulenti del governo saudita, da una parte, e membri dell’esecutivo indiano dall’altra.

__________

Foto di apertura: Facebook account IPL – Indian Premier League

Continue Reading
Click to comment

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *